Accesso Aziende Accesso Dipendenti

Come funzionano i Flexible Benefit?

Il "carrello della spesa" del dipendente

Operativamente, ai dipendenti che scelgono i Flexible Benefit quale modello alternativo di retribuzione, viene assegnato un budget di spesa attraverso il quale è possibile comporre liberamente, in modo personalizzato, il pacchetto di benefit che più rispecchia le proprie necessità, minimizzando l'impatto fiscale e contributivo tanto per il dipendente quanto per l'azienda.

Questo modello operativo prende il nome di "carrello della spesa" del dipendente in quanto a quest'ultimo è lasciata un'ampia libertà di scelta circa i benefit di cui chiedere l'erogazione o il rimborso all'interno di un piano personalizzato. I benefit non soggetti a tassazione sono stati identificati in modo preciso e tassativo pertanto il dipendente dovrà effettuare le sue scelte all'interno di un "paniere" di benefit prestabilito.

Facciamo un esempio: l'azienda riconosce al dipendente un premio di produzione di 1.000 Euro. Il dipendente si trova di fronte a due scelte possibili: 1) chiedere il pagamento delle somme in busta paga; 2) aderire ai flexible benefit e comporre un piano personalizzato secondo le proprie esigenze. Nel primo caso il dipendente riceverà circa 650 Euro nette in busta paga mentre l'azienda dovrà spendere circa 1.300 Euro al fine di coprire il costi fiscali del premio di produzione concesso. Nel secondo caso il dipendente riceve servizi e/o rimborsi per 1.000 Euro e l'azienda spende esattamente 1.000 Euro. In poche parole: il dipendente avrà un potere d'acquisto maggiore (350 Euro in più) e l'azienda un minor corso (300 Euro in meno).
  • Vantaggi dei Flexible Benefit Calcola quanto risparmi coi Flexible Benefit
  • Scopri la nostra piattaforma per la gestione dei Flexible Benefit Scarica la brochure e scopri il nostro servizio